App fatture elettroniche Agenzia delle Entrate, perché scaricarla

Oltre ad un software gratuito disponibile per tutti i titolari di Partita Iva, l’Agenzia delle Entrate ha creato un’app fatture elettroniche, volta a semplificare il passaggio all’obbligo di fatturazione elettronica tra privati.

L’app fatture elettroniche dell’Agenzia delle Entrate, che si è avvalsa della collaborazione del partner tecnologico Sorgei per la realizzazione, è disponibile gratuitamente da già luglio 2018 ed è scaricabile da App Store e Play Store.

Con l’app FatturAE si potranno svolgere diverse attività: si tratta di una strumento davvero utile per i titolari di partita Iva interessati dall’obbligo di fatturazione elettronica. Vediamo quindi come funziona e perché scaricarla.

Chi può utilizzare l’app fatture elettroniche dell’Agenzia delle Entrate

L’app per fatture elettroniche messa a disposizione dall’Agenzia delle Entrate può essere utilizzata dai titolari di Partita Iva in possesso delle credenziali Entratel, Fisconline o Spid.

L’app non può invece essere utilizzata da società, ma esclusivamente da operatori Iva, ditte individuali o lavoratori autonomi.

Prova gratis iContenzioso

La nuova app si chiama FatturAE ed è scaricabile sia su dispositivi Android e iOS: permette di inviare in modo semplice e veloce qualsiasi tipo di fattura elettronica, utilizzando uno specifico QR Code.

Il QR Code è un particolare tipo di codice a barre bidimensionale: inquadrandolo con la fotocamera di uno smartphone o tablet si acquisiranno tutti i dati in esso contenuti. Ad esempio, inviandolo ad un fornitore, questi potrà acquisire tutti i dati del cliente, compreso l’indirizzo telematico al quale inviare la fattura elettronica. Il codice può essere generato sia dal titolare di partita Iva che da un suo intermediario delegato, accendendo al Cassetto Fiscale o all’area Fatture e corrispettivi del sito dell’Agenzia delle Entrate.

Scarica qui l’app FatturAE:

Le funzionalità dell’app fatture elettroniche

Scaricando l’app FatturAE dagli Store, potrai:

  • Predisporre una fattura ordinaria, sia per privati che verso la Pubblica Amministrazione
  • Scegliere un modello per la fattura e personalizzarla inserendo il proprio logo
  • Inserire e salvare in rubrica i dati anagrafici del cliente, anche tramite acquisizione da QR Code
  • Visualizzare l’anteprima della fattura e condividerla anche attraverso altre app
  • Verificare la presenza di eventuali errori e correggerli prima di inviare la fattura elettronica al Sistema di Interscambio
  • Memorizzare sul proprio smartphone o tablet i dati delle fatture generate con app; è possibile memorizzare i dati anche in cloud come iCloud o Google Drive
  • Importare, visualizzare e inviare una fattura generata con un altro software
  • Accedere direttamente da app al portale Fatture e Corrispettivi per consultare tutte le fatture elettroniche emesse e ricevute, visualizzando anche quelle consegnate, scartate e non recapitate.

L’app fatture elettroniche dell’Agenzia delle Entrate offre anche un’area info e assistenza sempre disponibile.

La procedura per creare e compilare le fatture è sempre guidata e in particolare, per le fatture elettroniche carburanti, è previsto un modello apposito.

Prova gratis iContenzioso

Perché utilizzare l’app FatturAE?

Utilizzare la fatturazione elettronica tra privati, attraverso il software e l’app dell’Agenzia delle Entrate o attraverso altri strumenti, permette di accedere a diverse agevolazioni. Ad esempio:

  • Esonero comunicazioni delle operazioni blacklist
  • Esonero spesometro 2017
  • Esonero invio modelli Intrastat
  • Esclusione dall’invio comunicazione per gli acquisti effettuati da operatori di San Marino con il modello polivalente e dei contratti stipulati dalle società di leasing
  • Rimborsi entro i tre mesi successivi alla presentazione della dichiarazione
  • Esonero dall’obbligo di registrare le fatture emesse e gli acquisti nel registro dedicato
  • Accertamenti e controlli fiscali ridotti a 1 anno
  • Esonero dall’obbligo di apposizione del visto di conformità.

Prova gratis iContenzioso

By | 2018-12-28T11:55:42+00:00 Dicembre 26th, 2018|Guide, Vita da studio|0 Commenti