Commercialisti freelance: come mantenere la concentrazione a lavoro?

  • Commercialisti freelance

Uno dei grandi vantaggi di essere un commercialista freelance è poter decidere dove e quando lavorare, se da casa, in un ufficio condiviso o anche in un bar affacciato su un parco.

Tuttavia la vita del commercialista freelance non è così rosea come si potrebbe immaginare e c’è un grande nemico da affrontare: la distrazione. Chi lavora in autonomia, infatti, deve continuamente autodisciplinarsi e si tratta di un compito non affatto semplice. Bisogna sicuramente affidarsi alla propria forza di volontà, ma anche stabilire delle regole e creare una routine, in modo da limitare le distrazioni e rendere proficue le proprie giornate lavorative.

Ovviamente molte delle distrazioni che affliggono i commercialisti freelance sono sentite anche da chi lavora in uno studio professionale come dipendente. Alcuni esempi? Le telefonate continue ed insistenti dei clienti (ma non solo), le mail e le loro notifiche onnipresenti, che ci distraggono dal lavoro.

In questi casi la soluzione migliore è sicuramente quella di stabilire dei momenti all’interno della propria giornata lavorativa durante i quali richiamare chi ci ha cercato e rispondere alle mail; al di fuori di questi momenti, smartphone e account di posta dovrebbero essere disattivati.

Tornando ai commercialisti freelance, dobbiamo ammettere che le distrazioni sul lavoro risultano senza dubbio amplificate e quindi si ha necessità di una sorta di codice di comportamento. Vediamole insieme!

Prova gratis iContenzioso

Commercialisti freelance e social: mai procrastinare!

Non esiste telefonata, mail o interruzione che riesca a distrarci quanto i social network. Facebook, Instagram e Twitter sono i principali responsabili di ritardi e distrazioni: quante volte abbiamo rimandato l’inizio della giornata lavorativa per scorrere la bacheca di Facebook?

La soluzione è l’autodisciplina: imporsi di controllare i social solo in determinati momenti della giornata, ad esempio in pausa pranzo o a metà pomeriggio renderà molto più produttive le proprie giornate. Come riuscirci? Ad esempio impostando una sveglia che scandisca il tempo da destinare ai social, ma anche scaricando delle apposite app anti distrazione, che ci impediranno di accedere a questi siti mentre lavoriamo.

Troppe informazioni non aiutano a lavorare meglio!

Viviamo nell’era dell’informazione in tempo reale, eppure bisogna riconoscere che spesso avere troppe informazioni equivale a non averne. Più informazioni raccogliamo, più ci distraiamo e ci allontaniamo dall’obiettivo. Ad esempio, se cerchiamo notizie utili per una pratica che stiamo lavorando, è giusto porsi un limite oltre il quale ci si perderebbe in un mare di informazioni. Il che non vuol dire lavorare con superficialità, ma rimanere concentrarti sull’obiettivo.

Anche questa volta quindi bisogna imporsi un tempo limite per le ricerche: una volta terminato, ci si fermerà per analizzare le informazioni in proprio possesso e capire se ci sta muovendo nella giusta direzione; solo dopo l’analisi si può eventualmente iniziare una nuova ricerca, nel caso ci si rendesse conto che manca qualcosa.

Lavori da casa? Non rimanere in pigiama!

Una delle principali tentazioni del commercialista freelance che lavora a casa è saltare la fase della preparazioni, rimanere in pigiama e pantofole ed iniziare subito a lavorare. Niente di più sbagliato! Rimanere tutto il giorno in pigiama ci rende meno professionali soprattutto agli occhi di noi stessi e ci da l’impressione di essere in vacanza.

Perciò, ogni mattina è bene prepararsi come se dovessimo uscire, ovviamente privilegiando la comodità. E poi, non si può mai sapere: la videochiamata via Skype è sempre dietro l’angolo!

Prova gratis iContenzioso

Colleghi e amici, non cedere alla distrazione!

Molti commercialisti freelance decidono di condividere l’ufficio con altri colleghi freelance. È sicuramente una scelta vincente da moltissimi punti di vista, ma allo stesso tempo offre numerose occasioni di distrazione da lavoro. Insomma, ogni occasione diventa buona per chiacchierare e il lavoro ne risente.

Come fare? È importante condividere un codice per preservare gli spazi di concentrazione di ognuno: ad esempio, un segnale da mettere sulla scrivania quando non si vuole essere disturbati.

Se i colleghi possono contribuire alle distrazioni, gli amici non sono da meno! Quando non si hanno orari di lavoro definiti è facile cedere alla tentazione di pranzi insieme; ovviamente non c’è niente di male in questo, purché l’ora di pausa non si trasformi in un pranzo luculliano che dura fino a metà pomeriggio! In questo caso infatti si torna a lavoro appesantiti e si inizia a lavorare quando ormai è quasi sera.

Una buona abitudine è pianificare al massimo due pranzi durante la settimana lavorativa e stabilire un orario preciso di rientro. Il pranzo deve essere un momento di pausa ma non deve contribuire ad alimentare i nostri sensi di colpa per aver lavorato poco!

Lascia fuori pensieri e preoccupazioni

Abbiamo creato un ambiente confortevole dove lavorare, eliminato il più possibile le distrazioni, ma l’impresa più difficile liberarsi di tutti quei pensieri che affollano le nostre teste. Parliamo di quei pensieri e preoccupazioni come il sollecito di un pagamento, ma anche le numerose incombenze personali che tutti devono assolvere.

In questo caso può aiutare segnare questi pensieri su un foglietto, da riprendere in mano nei momenti di pausa per valutare cosa fare. Inoltre, è bene ricordare che nel delegare non c’è nulla di male: non si può sempre far tutto da soli!

Commercialisti freelance e distrazioni: non facciamo drammi!

Al di là di tutte le fonti di distrazione, bisogna accettare che ci saranno giornate in cui ci sentiremo stanchi e poco produttivi. È assolutamente normale e non bisogna farne un dramma.

Ognuno può trovare le proprie tattiche per aumentare la propria produttività e mantenere la concentrazione. In generale, anche se si lavora come commercialista freelance, può essere utile affidarsi ad un software gestionale come iContenzioso.

iContenzioso, nella sua versione Basic, è pensato proprio per chi lavora come freelance: hai a disposizione una spazio cloud e pratiche illimitate, oltre ad un assistente personale da portare sempre con te. Puoi organizzare il tuo lavoro con la smart dashboard e tenere sotto controllo le scadenze tramite gli alert automatici.

Chiedi una DEMO e provalo gratuitamente per 30 giorni: non ne farai più a meno!

By | 2018-02-03T21:06:39+00:00 febbraio 5th, 2018|Guide, Vita da studio|0 Commenti