Rottamazione ter, con la pace fiscale aumentano le rate

  • rate rottamazione ter

La rottamazione ter delle cartelle esattoriali sarà più leggera delle precedenti. Con la pace fiscale, infatti, aumenta il numero delle rete per la definizione agevolata dei ruoli compresi tra il 2000 e il 2017.

Nel 2019 le rate per la rottamazione ter saranno due, con scadenze già fissate e luglio e a novembre, ma nel 2020 saranno ben quattro. La rateizzazione più lunga per la rottamazione ter è infatti prevista in uno degli emendamenti al Decreto Fiscale approvato in Commissione Finanze del Senato.

Il numero massimo di rate per la definizione agevolata è di 20, da distribuire tra il 2019 e il 2022: il numero di rate possibili, quindi, è praticamente raddoppiato. Queste le scadenze da rispettare dal 2020 per i pagamenti:

  • 28 febbraio
  • 31 maggio
  • 31 luglio
  • 30 novembre

Inoltre, l’emendamento al decreto sulla pace fiscale, ha stabilito anche una tolleranza di 5 giorni in caso di ritardo nel pagamento delle rate: in tal caso infatti sarà possibile mettersi in regola senza perdere i benefici della rottamazione ter.

Si tratta quindi di novità positive per il contribuente, che vanno a controbilanciare l’esclusione, ormai quasi certa, degli avvisi bonari dall’elenco delle sanatorie previste dalla pace fiscale. Ovviamente anche questo emendamento dovrà essere approvato in Parlamento, perciò tutto è ancora possibile fino al 22 dicembre, termine per la conversazione in legge del decreto fiscale.

Photo credits: Informazione Fiscale – www.informazionefiscale.it

By | 2018-11-24T17:37:26+00:00 novembre 24th, 2018|Guide, Mondo commercialista|0 Commenti