Pace Fiscale, parte il servizio web per i debiti rottamati

  • pace fiscale nuovo servizio online

L’Agenzia delle Entrate ha lanciato un nuovo servizio online per semplificare le procedure relative alla pace fiscale e in particolare alla rottamazione. I contribuenti che hanno aderito alla definizione agevolata, infatti, potranno ottenere online l’elenco delle cartelle da rottamare e i bollettini per pagare gli importi dovuti entro la scadenza prevista, fissata per il 31 luglio.

L’Agenzia, come riportato in una nota dell’ente, cerca così di porre rimedio ai ritardi nella comunicazione del piano di rateizzazione ai contribuenti che desiderano usufruire dalla sanatoria prevista nel decreto sulla Pace Fiscale.

Per accedere al servizio sono previste due modalità, una dall’area pubblica del sito di Agenzia delle Entrate e una dall’area riservata del portale. In entrambi i casi, il contribuente ottiene direttamente online l‘elenco dei debiti rottamati e i bollettini necessari per effettuare il pagamento, se hanno aderito alla rottamazione-bis, mentre chi ha aderito alla rottamazione-ter potrà richiedere una copia della Comunicazione delle somma dovute.

In caso si proceda dall’area pubblica del sito, basterà allegare un documento di riconoscimento per ottenere la documentazione relativa alla rottamazione. Dall’area riservata, invece, accedendo con le proprie credenziali, si potranno scaricare direttamente i documenti.

Prova gratis iContenzioso

I contribuenti che aderiscono alla rottamazione-ter entro il 31 luglio riceveranno da Agenzia delle Entrate – Riscossione la lettera di risposta con l’indicazione delle somme dovute e i relativi bollettini entro il 31 ottobre. Entro lo stesso termine anche chi ha aderito al saldo e stralcio delle cartelle esattoriali riceverà una risposta dal Fisco: in entrambi i casi, la scadenza per il pagamento della prima (o unica) rata è fissata per il 30 novembre 2019.

Per quanto riguarda invece i contribuenti che, entro lo scorso 30 aprile, hanno fatto domanda di adesione sia per la rottamazione-ter che per il saldo e stralcio indicando le stesse cartelle, prevarrà la richiesta di saldo e stralcio e la Comunicazione delle somme dovute arriverà entro il 31 ottobre.

Se invece nella domande di adesione alla rottamazione e al saldo e stralcio sono state indicate cartelle diverse, Agenzia delle Entrate ha già provveduto ad inviare la Comunicazione delle somme dovute e titolo di rottamazione-ter per le sole cartelle non ricomprese nella dichiarazione di saldo e stralcio, mentre per le altre la Comunicazione sarà inviata in un secondo momento (e comunque entro il 31 ottobre).

A fianco a queste nuove funzionalità, è partito anche il nuovo servizio web ContiTu“, che permette di scegliere se pagare in via agevolata solo alcuni degli avvisi o delle cartelle esattoriali contenuti nella Comunicazione delle somme dovute. In tal modo, il contribuente può pagare, entro il 31 luglio, solo alcuni degli importi ammessi in rottamazione. A questo punto il servizio procederà con il calcolo del nuovo totale e dell’importo di ciascuna rata.

Prova gratis iContenzioso

Una volta confermata la scelta, Agenzia delle Entrate – Riscossione invierà i nuovi bollettini Rav all’indirizzo mail indicato dal contribuente, in modo che quest’ultimo possa procedere con il pagamento entro le scadenze fissate.

Per i restanti debiti riportati nella Comunicazione, invece, la definizione agevolata non esplicherà i suoi effetti, pertanto l’agente della riscossione dovrà intraprendere le azioni di recupero.

By | 2019-07-22T15:22:15+02:00 Luglio 23rd, 2019|Guide, Mondo commercialista|0 Commenti